Notizie Full Holiday

Full Holidays

Itinerari in riviera, la Riviera Romagnola non solo mare

Per godere completamente la qualità e la bellezza di quest’area del territorio romagnolo, proponiamo un itinerario attraverso Cesenatico partendo dalla Pineta di Zadina che si estende per 3,5 ettari a ridosso della spiaggia, dopo il quale incontriamo il grande
Parco di Ponente, con un’estensione di 13 ettari quasi completamente alberati.
Proseguendo sul litorale, si arriva sino al molo, alla radice del quale si apre la grande Piazza Spose dei Marinai,  affacciata sul mare, dove un gruppo di bronzo raffigura una madre che insieme ai bambini guarda l’orizzonte per scorgere la barca del marito.
Girando attorno alla darsena turistica, raggiungiamo il Mercato Ittico  all’ingrosso, dove al ritorno dalla pesca si intrecciano frenetiche contrattazioni. Siamo ormai nel Centro Storico, che si sviluppa attorno al Porto Canale Leonardesco, cuore della città. Il 6 settembre 1502 Leonardo da Vinci venne in Romagna per verificare le fortificazioni e le strutture strategiche del ducato di Cesare Borgia, e in quella occasione effettuò un disegno e un rilievo del porto di Cesenatico.
Nel tratto di porto canale più interno, chiuso fra i due ponti, c’è la sezione galleggiante del Museo della Marineria (nato per ricordare e illustrare la vita del borgo)  completato dalla sezione a terra che ha sede in due edifici che si affacciano sullo specchio d’acqua.
Sono qui conservate imbarcazioni da pesca e da trasporto, oltre a oggetti e testimonianze della marineria tradizionale a vela dell’Adriatico; in estate le barche del museo issano le loro caratteristiche vele colorate. Nei locali adiacenti è allestito anche l’Antiquarium Comunale, che conserva reperti archeologici a testimonianza dei primi insediamenti romani nel territorio circostante a Cesenatico. A poca distanza, si può passeggiare nel Parco archeologico della Rocca, per vedere i ruderi restaurati del castello che nei primi anni del Trecento segnò l’inizio del “Porto Cesenatico”. Tornando lungo il Porto Canale, dopo avere visitato la chiesa di San Giacomo (sec. XVIII, con un dipinto di Guido Cagnaccci),
al centro della Piazza Pisacane sorge il monumento a Giuseppe Garibaldi, in ricordo del suo imbarco del 2 agosto 1849, e dello stretto legame tra Cesenatico e l’Eroe dei Due Mondi. Nell’angolo opposto, oltre il ponte sul canale, è visitabile Casa Moretti, casa natale dello scrittore Marino Moretti, da lui lasciata in eredità al Comune di Cesenatico affinché vi fossero conservati, insieme all’arredo originale e alle numerose stampe, i suoi libri e le carte autografe.
Dietro a Casa Moretti vi è il Teatro Comunale, uno dei più belli della Romagna. Sul lato opposto di levante del porto canale, dietro l’antica Pescheria ancora in uso, si trova la suggestiva Piazzetta delle Conserve, che deve il nome alle particolarissime costruzioni interrate risalenti al secolo XVII, vere e proprie “celle frigorifere” in cui il pesce si poteva conservare per lunghi periodi.
Proseguendo lungo Corso Garibaldi (l’antica banchina del porto canale) si giunge a Piazza Ciceruacchio, dove mattoni di diverso colore disegnano il perimetro dell’antica Torre Pretoria eretta alla fine del XVI secolo a difesa del porto e distrutta da un attacco navale inglese nel 1809. Procedendo verso la spiaggia si arriva ai Giardini al Mare, attrezzati con prati, gazebo, fontane e giochi per bambini. Fra il centro cittadino e la frazione di Valverde si estende per 4 ettari il grande Parco di Levante, dove si trovano anche due laghetti con cigni reali, anatre mandarine, gallinelle d’acqua e numerose varietà di pesci; un parco giochi, un percorso vita, un centro per la ristorazione e l’organizzazione di attività ricreative completano le infrastrutture del parco.

Vai all'archivio delle notizie
ricerca struttura - last minute
Il Nome Contiene:
Ricerca per servizi
Inserire la data d'arrivo