Home | Monte San Biagio | 

Comune d'Italia Monte San Biagio

| Vai alle località |

Affittacamere - Azienda Equituristica Sughereta Di S. Vito 

Monte San Biagio (LT): Via San Vito, 47 04020

Affittacamere - Oltrelavista 

Monte San Biagio (LT): Corso Vittorio Emanuele 04020

Hotel - Vallemarina (1 Stella)

Monte San Biagio (LT): S.S. 7 Appia, km 110,300 04020

Bed and breakfast - Oasis 

Monte San Biagio (LT): Via Canale San Marco, 2 04020

Hotel - La Pergola (1 Stella)

Monte San Biagio (LT): Via Vecchia, 32 04020

Informazioni Turistiche sul comune di Monte San Biagio

Monte San Biagio

Dove si trova:
Monte San Biagio, comune della provincia di Latina, è situato nel basso Lazio, lungo il percorso della via Appia, fra Roma e Napoli. Sorge in territorio collinare, dominante la piana di Fondi e l’omonimo lago, offrendo un’ampia vista panoramica che giunge alla costa tirrenica e alle isole Pontine. Il toponimo attuale di Monte San Biagio risale al 1863; il comune era precedentemente denominato Monticelli di Fondi. Il centro storico rivela l’impianto urbanistico tipicamente medievale, racchiuso entro la cinta muraria che si apre soltanto in corrispondenza delle porte San Vito, del Castello e San Rocco. Il nucleo abitativo, dominato dal castello, è caratterizzato da case edificate sulla roccia viva e da un fitto reticolato di viuzze gradonate. Monte San Biagio vanta un patrimonio boschivo raro, per la presenza di una vasta sughereta, unica nelle penisola. Fra i prodotti tipici di Monte San Biagio si ricordano la salsiccia al coriandolo, il formaggio Marzolina e il Moscato di Terracina.

Cenni storici:
Il nucleo originario di Monte San Biagio sorse intorno al IX secolo come roccaforte del ducato di Gaeta, passando nel 934 fra i castelli appartenenti a Fondi. Il feudo conobbe il dominio della famiglia Dell’Aquila dal 1145 e passò successivamente in eredità ai Caetani. Si avvicendarono quindi fra i feudatari, i Colonna, i Carafa, i Mansfeld e i Sangro infine nel Settecento. Fra XVI e XVII secolo le terre di Monte San Biagio furono interessate da un vasto spopolamento, a causa delle febbri malariche diffuse nella zona paludosa della piana di Fondi. Il centro abitativo risorse in seguito grazie anche agli interventi di bonifica iniziati dai Carafa nel 1639. La posizione di frontiera di Monte San Biagio, lungo il tracciato della via Appia, sul confine fra il Regno di Napoli e lo Stato Pontificio, comportò una forte presenza del fenomeno del brigantaggio, fra il 1860 e il 1870, quando infine Roma e il Lazio furono annessi al Regno d’Italia. 

Cosa c’è da vedere a Monte San Biagio:
• Chiesa di San Giovanni Battista
• Chiesa di San Rocco
• Castello
• Epitaffio
• Mausoleo imperatore Galba
• Passo di Portella sull’Appia
• Sughereta San Vito
 
Eventi…
• Festa di San Biagio, febbraio
• Sagra della salsiccia, 26-27 febbraio
• Sagra delle pesche, giugno
• Sughereta in festa, giugno
• Festa del Brigante, settembre
• Sagra del fico, settembre
• Fiera di Sant’Innocenzo, 25 ottobre

ricerca struttura - last minute
Il Nome Contiene:
Ricerca per servizi
Inserire la data d'arrivo
Hotel Hikini Tropicana su Fullholidays Portale turistico italiano Lido di Savio

Hotel Cosmopolitanbologna su Fullholidays i migliore Lastminutes

Hotel Savini su Fullholidays e tutte migliore strutture italiane Milano Marittina

Hotel Universalepromenade su Fullholidays dove trovi la tua migliore vacanza Cesenatico