Home | Solarolo | 

Comune d'Italia Solarolo

| Vai alle località |

Affittacamere - IL MOLINELLO 

Solarolo (RA): Via Sandretti 3 48027

Hotel - L' USTAREJA DI DU BUTO' - ALBERGO CENTRALE (3 Stelle)

Solarolo (RA): Via Geminiani 16 48027

Bed and breakfast - MARINO ANTONIO 

Solarolo (RA): VIA SANDRETTI 3 48027

Bed and breakfast - ANNE 

Solarolo (RA): VIA ALDO MORO 3 48027

Informazioni Turistiche sul comune di Solarolo

Solarolo

Dove si trova:      
Solarolo, comune della provincia di Ravenna, è situato sulla parte destra del fiume Senio. Il suo territorio si estende su una superficie di 26 chilometri quadrati e sorge a 33 metri sopra il livello del mare. Solarolo è attraversato da diversi corsi d'acqua come il fiume Senio, il Santerno e il Canale dei Molini.

Cenni storici:     
Le origini di Salarolo risalgono all'Età del Bronzo come ci dimostrano i diversi ritrovamenti di molti reperti storici. Maggiormente documentato è l'insediamento da parte dei romani nel territorio, il quale è legato alle vicende di Bologna, Imola e Faenza. Infatti sono stati ritrovati circa settanta insediamenti rurali, alcuni dei quali di tipo urbano-rustico, che hanno restituito decorazioni architettoniche in cotto, tessere per mosaico, marmi e più importante fra tutti è una lapide funeraria del I secolo a.C. attestata alla tribù Pollia. Il nome Solarolo è stato per la prima volta citato in data 8 luglio 993, invece il suo castello risale al 1138 e distrutto nello stesso anno dai Faentini per la sottomissione del territorio tra il fiume Senio e Santerno. Durante il periodo del governo bolognese, e precisamente tra il 1341 fino il 1411, fu ricostruito il castello. Successivamente il comune passò sotto il potere dei Manfredi di Faenza e verso il 1516 iniziò il reale dominio della Casa di Mantova che durò fino al 1573. L'anno dopo Solarolo divenne Comunità autonoma guidata da un governatore nominato da Roma. Verso la fine del Settecento si iniziò la costruzione di alcuni importanti edifici come la Chiesa del Rosario, il Santuario della Beata Vergine della Salute e l'Oratorio dell'Annunziata. Dal 1810 al 1814 Solarolo passò sotto il potere del comune di Castel Bolognese dal quale si separerà nel 1815, diventando l'anno successivo, governatorato della Provincia di Ravenna.  

Cosa c’è da vedere a Solarolo:
• Mura Manfrediane
• Porta del Castello
• Santuario della Beata Vergine della Salute 
• Chiesa Arcipretale
• Casa Tampieri
 
Eventi…
• Festa patronale di San Sebastiano, 20 gennaio
• Festa del 65° Anniversario della Liberazione di Solarolo

ricerca struttura - last minute
Il Nome Contiene:
Ricerca per servizi
Inserire la data d'arrivo
Hotel Hikini Tropicana su Fullholidays Portale turistico italiano Lido di Savio

Hotel Cosmopolitanbologna su Fullholidays i migliore Lastminutes

Hotel Savini su Fullholidays e tutte migliore strutture italiane Milano Marittina

Hotel Universalepromenade su Fullholidays dove trovi la tua migliore vacanza Cesenatico